Viaggio in Tunisia - Da Tunisi a Tataouine

10-07-1982, sabato

Partenza da Asti, dopo brusco risveglio, in ritardo.
A Caselle, pianti nel vedere giù Sonia. Volo così così fino all'aeroporto Fiumicino: sofferto niente. Qualche sballonzolamento. Trasferimento al Leonardo da Vinci. 



Verso il Leonardo da Vinci

Volo per Tunisi-Cartagine: molto buono, nonostante lo spauracchio dei vuoti d'aria. Offerto da bere. A Tunisi, una guida ci porta in Peugeot a pranzare sul mare, con Rosaria e Mimmo (pesce alla griglia + insalata tunisina), poi al villaggio turco Sidi Bou Said, molto bello, tutto bianco e azzurro, alle terme di Antonino a Cartagine, al teatro e anfiteatro. Poi al centro, alla kasbah, dove Doro compra il jallabà.


Panorama da Sidi Bou Said



Sidi Bou Said
                      


Sidi Bou Said
       

Sidi Bou Said
           


Sidi Bou Said
            

Sidi Bou Said


Sidi Bou Said
            


Cartagine


Cartagine


Ritorno all'aeroporto, volo per Djerba. Areoporto abbastanza brutto, volo buono, atterraggio un po' violento in frenata. A Djerba col pulmino all'Hotel Tarit. Stanza col patio. Siamo in ritardo per la cena, i cuochi se ne sono andati, ma dopo lunga discussione in francese di Doro otteniamo al posto della cena un piatto misto (insalata, pollo, carne, formaggio, mezzo uovo sodo, maionese, carote) più jogurt alla vaniglia.


11-07-1982, domenica

Colazione abbondante, partenza alle 8 con Land Rover: attraversiamo l'isola di Djerba, primi orizzonti infiniti, palmizi e qualche uliveto. Ponte romano collega l'isola alla terraferma.


Partenza da Djerba

1° tappa: Medenine, con le ghorfa tutte attorno ad un cortile trasformato in mercatino. Braccialetto. Colla scusa di "W l'Italia" tutti ci assillano. Vecchio al telaio si fa fotografare e poi vuole la mancia.



Mercatino a Medenine



Le ghorfas di Medenine



Vecchio artigiano a Medenine

Partenza, si attraversa zona dell'Atlante molto bella, deserta, quasi lunare. 



Panorama dall'Atlante


Monti dell'Atlante


Falesie sull'Atlante


Arrivo e pranzo a Ksar Haddada: splendido, tutto ex granai, ripuliti in bianco, tutto ad archi, coi letti e i lavandini, ma non c'è l'H2O. Pranzo: frittata, pollo e piselli quasi crudi, e dolce a frittella arrotolata.



Ksar Haddada


Ksar Haddada



Ksar Haddada


Interno a Ksar Haddada



Le frittelle arrotolate


Riposo per il caldo che aumenta furioso, poi partenza ed arrivo a Tataouine (ex bagni penali della legione straniera), perchè lì c'è l'acqua. Albergo apparentemente bello, ma con camere squallidine, a parte lo stenditoio con la grata in legno azzurra.



Hotel a Tataouine


Italia batte Germania 3 a 1: campione del mondo! Cena (minestra di riso e pesce, agnello, verdure e dolce). A spasso per il paese guardano male Doro in jallabà che fuma in pieno Ramadan. Forse lo scambiano per un tunisino. Bambini che cantano sulla piazza. Caldo folle nella stanza.

                                                                                                     tappa seguente >


Viaggio in Tunisia - Da Tataouine a Ksar Ghilane


12-07-1982, lunedì

Colazione piccola. Partenza per Chenini, via Douiret. Attraversiamo il reg, deserto petroso con ciuffi d'erba e qualche oasina di verdissimi alberi. Bellissimo! 


               



           



          



            



             


Arrivo a Chenini, bel paesino arroccato, uno spettacolo. Giro con Ahmed: cammello al frantoio, panorama dalla moschea sul reg. Sosta in attesa del pranzo. Solite bevute d'acqua calda. Ahmed vuole che gli regaliamo delle espadrillas che non abbiamo. Ci dà allora il suo indirizzo per farsele spedire. 


Arrivo a Chenini




Chenini



             


Pranzo in un antro affumicato (insalata tunisina non mangiata per prudenza, cuscus poco piccante, dolce). 


                 


Dopo pranzo partenza verso le 15 per Ksar Ghilane, fra dune di sabbia rossiccia e ciuffi vari. Arrivo alla grande oasi, con tanti alberi. Accampamento sotto le tende berbere, tutte aperte. Bagno alla sorgente termale quasi calda, con risciacquatura finale con amuchina. Numerosi tunisini, uno chiede con aria minacciosa a Doro che fuma: Pourquoi tu ne fais pas Ramadan? Parce que je suis italien, risponde il malcapitato! 


                  



Arrivo nell'oasi di Ksar Ghilane



Bagno nella fonte termale



Sempre a bagno, è troppo bello!



Non ne vogliono sapere di uscire!



Le tende berbere


Visita dietro all'accampamento sull'erg, tutto dune con dromedari. Tramonto con cielo molto blu. Gabinetto fra le frasche: molti scarabei e insetti vari (formiche gigantesche bianche e nere), più uno scorpione. 



Le prime propaggini del Gran Erg Orientale



                    



                     



Spelacchiato..!



                             

Cena (maccheroni alla tunisina e anguria), poi a guardare le stelle sulle dune (anche qualche stella cadente). Traffici vari per preparare i letti con i materassi all'aperto. Dormito nel sacco-lenzuolo, utile al mattino contro le mosche, che sono un'infinità. Alì, l'autista, dorme sul tetto della Land, Kamel per terra.



 < tappa precedente                                                   tappa seguente >


Viaggio in Tunisia - Da Ksar Ghilane a Douz


13-07-1982, martedì

Colazione e partenza verso le 8 per Douz: la sabbia cambia, da rossiccia é quasi bianca. A metà, sosta ad un pozzo, Bir Soltane, con dromedari e asinelli. 


Bir Soltane




Abbeverata a Bir Soltane


Sempre nell'erg, con alture all'orizzonte, arriviamo alle 11 a Douz: bellissimo l'albergo, bagno in piscina rotonda (con craniata) e pranzo (insalata, maccheroni, anguria). Poi acquisti per Doro: costume sahariano e sandali. Siesta. 


In albergo a Douz



          


Al pomeriggio giro sui dromedari, sulle dune: molto bello e piacevole il movimento. Salita e discesa invece un po' difficili. 



                          



                            



         




Tramonto, sulle dune di sabbia chiara. 


Sulle dune di Douz


Ritorno, ancora bagno in piscina. Visita alla casa del beduino (thè fortissimo). Al rientro lotta con gli scarafaggi con il petrolio.


< tappa precedente                                                      tappa seguente >